logo - Sfondo trasparente - Segreteria medica 3SMB

Il certificato sportivo

Il certificato sportivo è un documento che attesta l’assenza di controindicazioni all’attività sportiva agonistica o non agonistica. Questo documento è richiesto dalle federazioni sportive nazionali e dagli enti preposti all’organizzazione degli eventi sportivi, al fine di tutelare la salute degli atleti e dei partecipanti.

Può essere rilasciato da un medico, che esegue una visita medica completa e valuta le condizioni fisiche del paziente. In genere, la visita medica per il certificato sportivo prevede un’anamnesi dettagliata, una valutazione della pressione arteriosa, dell’indice di massa corporea (BMI), della funzionalità cardiaca e respiratoria e di eventuali patologie pregresse.

Il certificato sportivo può essere richiesto per diverse attività sportive, a seconda delle regole stabilite dalle federazioni sportive. Ad esempio, per alcune attività sportive non agonistiche, come la corsa o il nuoto, il certificato sportivo può essere rilasciato da un medico di base, previa presentazione di ecg, obbligatorio per legge. Per le attività sportive agonistiche, invece, il certificato sportivo deve essere rilasciato da un medico specialista, come un cardiologo o un pneumologo.

La validità del certificato sportivo è limitata nel tempo: varia a seconda delle regole stabilite dalle federazioni sportive e dagli enti preposti. In generale ha una validità di un anno per le attività sportive non agonistiche e di sei mesi per le attività sportive agonistiche. Tuttavia, le regole possono variare a seconda della disciplina sportiva e del livello di agonismo.

In sintesi, il certificato sportivo è un documento importante per tutelare la salute degli atleti e dei partecipanti alle attività sportive. L’attività sportiva, infatti, può comportare rischi per la salute, soprattutto se non viene svolta in condizioni fisiche ottimali. Il certificato sportivo consente di individuare eventuali patologie o condizioni che possono compromettere la sicurezza degli atleti e dei partecipanti, e di prescrivere eventuali accorgimenti per minimizzare i rischi.